Search:

Stickers:

Ultimi commenti:

Tags:

Archivi:

Marzo 2013 ( 1 )
Dicembre 2010 ( 1 )
Novembre 2010 ( 2 )
Luglio 2010 ( 1 )
Giugno 2010 ( 3 )
Maggio 2010 ( 1 )
Aprile 2010 ( 2 )
Novembre 2009 ( 1 )
Settembre 2009 ( 2 )
Luglio 2009 ( 2 )
Maggio 2009 ( 2 )
Aprile 2009 ( 1 )
Marzo 2009 ( 2 )
Gennaio 2009 ( 1 )
Dicembre 2008 ( 1 )
Novembre 2008 ( 4 )
Ottobre 2008 ( 2 )
Settembre 2008 ( 2 )
Agosto 2008 ( 1 )
Luglio 2008 ( 2 )
Giugno 2008 ( 2 )
Maggio 2008 ( 2 )
Aprile 2008 ( 3 )
Febbraio 2008 ( 3 )
Gennaio 2008 ( 6 )
Dicembre 2007 ( 2 )
Novembre 2007 ( 3 )
Ottobre 2007 ( 1 )
Settembre 2007 ( 3 )
Agosto 2007 ( 2 )
Luglio 2007 ( 5 )
Giugno 2007 ( 11 )
Maggio 2007 ( 13 )
Aprile 2007 ( 2 )

Managed Windows API

Capita a volte di dover utilizzare delle funzionalita’ di Windows che non sono accessibili direttamente tramite il .NET framework. In questi casi e’ necessario utilizzare delle chiamate a funzioni contenute in DLL di sistema. Utile e’ il sito http://www.pinvoke.net/ , che ci aiuta a definire la corretta firma i vari metodi delle DLL da inserire nel nostro codice .NET.

Una volta presa la firma delle funzioni che ci interessano, queste chiamate vanno wrappate in modo che sia piu’ semplice utilizzarle.

Su questo sito e’ presente una collection di componenti C# che permette di fare chiamate ad API di Windows direttamente da codice managed, senza stare a scrivere manualmente le firme dei metodi. In pratica e’ sufficiente aggiungere la DLL al proprio progetto .NET ed invocare i metodi esposti da essa. I metodi sono categorizzati in namespace, quindi e’ facile trovare quello che ci serve. Inoltre sono disponibili i sorgenti, cosi’ da poter aggiungere eventuali altre chiamate a API non presenti.

Technorati Tag: ,,

Pubblicato il: 9 giugno 2010 0:34; 1 commenti so far.

Tags: Programmazione


Count di 2 tabelle

Mi e’ capitato in questi giorni di dover fare una query per controllare il numero di record all’interno di due tabelle (ad es. Customers e Orders), ovviamente la mia intenzione era quella di fare tutto con un’unica chiamata.

Un modo per fare questa query potrebbe essere il seguente:

(SELECT COUNT (*) FROM Northwind.dbo.Customers)
  UNION ALL 
(SELECT COUNT (*) FROM Northwind.dbo.Orders)

Ottenendo il seguente risultato:

Risultato 1

 

Ho avuto quel che volevo su di un’unica colonna. Ma se io volessi entrambi sulla stessa riga ma su due colonne diverse?

Per fare questo si potrebbe utilizzare la seguente query:

SELECT
(SELECT COUNT (*) FROM Northwind.dbo.Customers) AS CustomersCount,
(SELECT COUNT (*) FROM Northwind.dbo.Orders) AS OrdersCount

Questa query ha il seguente risultato:

Risultato SQL Server

 

Cosi’ facendo ho un modo chiaro per identificare il risultato delle 2 tabelle. Purtroppo questa query funziona in SQL Server ma non in Access. C’e’ un modo per scrivere la stessa query in un SQL che vada bene per entrambi?

Ecco la soluzione:

SELECT Sum(Cust) AS CustomersCount, Sum(Ord) AS OrdersCount FROM
(
  SELECT COUNT (*) AS Cust, 0 AS Ord FROM Northwind.dbo.Customers
    UNION ALL
  SELECT 0 AS Cust, COUNT (*) AS Ord FROM Northwind.dbo.Orders
) AS T

Come si puo’ vedere, il risultato e’ identico anche in Access:

Risultato Access

Technorati Tag: ,

Pubblicato il: 8 maggio 2010 10:46; 0 commenti so far.

Tags: Programmazione


ClipX

Uno dei programmi che credo non debba mancare sul pc di uno sviluppatore (ma anche sul pc di casa e' molto utile) e' ClipX. Questo programma permette di tenere la cronologia delle ultime 25 cose copiate negli appunti (volendo e’ possibile aumentare lo storico fino a 1000 elementi).

Un tipico scenario potrebbe essere quello di dover inserire delle credenziali su di un sito prendendole da una mail che ci e’ arrivata per posta. La procedura potrebbe essere qualcosa del genere:

  1. copiare username dalla mail
  2. aprire un browser e andare sul sito
  3. incollare la username
  4. tornare nella mail
  5. copiare la password dalla mail
  6. tornare nel browser
  7. incollare la password

Se poi i campi da copiare son piu’ di 2 allora diventa un inferno.

Con ClipX si possono ridurre i passi. E' sufficiente:

  1. copiare lo username
  2. copiare la password dalla mail
  3. andare sul sito
  4. Incollare la password sul sito
  5. Premere il tasto 'Windows + V', e premere Invio.

Ricordate pero' che in questo modo resta memorizzata in chiaro nella cronologia anche la password.
Sebbene abbiano smesso di sviluppare questo programma, la versione disponibile (risalente al 2005) funziona tranquillamente anche su Windows 7.

Pubblicato il: 29 aprile 2010 23:51; 0 commenti so far.

Tags: Computer e Internet


Office 2010

Da un paio di giorni e’ disponibile, in anteprima per gli abbonati Technet e MSDN, la versione definitiva del pacchetto Office.

Ho installato subito questo prodotto e la prima cosa che mi ha colpito e’ questa schermata:

Tipi di file

L’interfaccia della suite e’ molto simile alla versione 2007, tranne per il pulsantone in alto a sinistra che e’ stato rimpiazzato dal nuovo e piu’ completo menu’ File.

Interessante la preview dell’Incolla, la possibilita’ aggiungere effetti artistici alle immagini e la funzione “Rimuovi sfondo”, che aiuta a rimuovere lo sfondo senza dover utilizzare programmi di fotoritocco. Ecco il risultato ottenuto con pochi click:

desert1 desert2

In Outlook finalmente sono stati aggiunti i ribbon alla schermata principale, ed e’ stata aggiunta la funzionalita’ che raggruppa le email che sono risposta di altre email; in questo modo e’ possibile tener traccia facilmente delle conversazioni su di un argomento. Un’altra novita’ di Outlook sono le “Azioni rapide”, degli shortcut alle operazioni piu’ usate, mentre in PowerPoint e’ stata aggiunta la possibilita’ di editare i video direttamente dal programma.

Questa nuova versione sembra alquanto interessante, vedremo “su strada” come si comporta.

Technorati Tag:

Pubblicato il: 25 aprile 2010 14:10; 0 commenti so far.

Tags: Computer e Internet


Microsoft Security Essentials

Leggevo qua e la’ su internet, sono incappato in questa pagina dove sembra che attualmente il miglior antivirus free e’ quello di Microsoft.

Considerando che Microsoft Security Essentials ha avuto come giudizio good ed io uso da un bel po’ un antivirus (Avast) che ha come giudizio average, quasi quasi me lo installo…

P.S.: ovviamente i test effettuati *non* coprono tutte le casistiche possibili (son stati effettuati su macchine con Windows XP ed e’ stato utilizzato un campione di 10 virus).

Technorati Tag:

Pubblicato il: 5 novembre 2009 0:25; 0 commenti so far.

Tags: Computer e Internet


Estendere il periodo di prova di Windows 7

Uso Windows 7 da un mese e devo dire che e’ decisamente piu’ performante rispetto a Vista, bisogna solo abituarsi alla nuova barra delle applicazioni. Ho gia’ iniziato ad abituarmi al docking delle finestre (e’ possibile usare il tasto Windows + le frecce direzionali).

Son passati 30 giorni, ed il periodo di prova sta per scadere (ho installato Windows senza seriale e quindi senza attivarlo). Per estendere di altri 30 giorni il periodo di prova (lo si puo’ fare al max 3 volte, per un totale di 120 giorni di utilizzo) ho seguito le istruzioni trovate su questo sito al punto 4:

http://skiddyskd.spaces.live.com/blog/cns!2303639CC0B938C4!9650.entry

Occorre rispettare le maiuscole del terzo comando, dopodiche’ e sufficiente riavviare.

P.S.: ormai tra un mese ci sara’ il lancio ufficiale di Windows 7, e a me e’ arrivato questo invito per posta elettronica (se ne parla anche su PuntoInformatico):

Party Windows 7

Technorati Tag: ,

Pubblicato il: 27 settembre 2009 12:37; 0 commenti so far.

Tags: Computer e Internet


Windows 7 e VM

Finalmente ho installato il nuovo sistema operativo sui miei pc. Purtroppo pero’ ho scoperto che c’e’ qualcosa che non va: per usare Virtual PC bisogna avere il processore che supporta la virtualizzazione (pensavo fosse indispensabile solo per l’XP Mode).

Appena cerco di creare una macchina virtuale nuova, mi compare questo messaggio.

Virtual PC error

E dire che con lo stesso pc e Windows Vista usavo tranquillamente Virtual PC. Ora mi tocca passare a VirtualBox o a VMWare.

UPDATE 12/09/2009: mea culpa, ho scoperto che e’ possibile installare la vecchia versione di Virtual PC (chiamata Virtual PC 2007). Sebbene compaia un avviso indicante la non-compatibilita’, e’ sufficiente proseguire, e cosi’ avere il Virtual PC come lo si usata sotto Vista.

P.S.: per scoprire se il vostro processore supporta la virtualizzazione, utilizzate questo programma.

P.P.S.: qui c’e’ una mega immagine-poster (circa 20 mb) contenente una serie di componenti hardware per pc (tnx Mario M.).

Technorati Tag: ,

Pubblicato il: 5 settembre 2009 17:38; 0 commenti so far.

Tags: Computer e Internet

« Pagina Precedente Pagina Successiva »